La custodia del creato, impegno di tutti

Parolin_PietroIntervengono il Cardinale Pietro Parolin, il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti e la presidente Rai Annamaria Tarantola

 

 

ROMA – Giovedì 23 ottobre 2014 alle ore 15.30, presso la Pontificia Università Antonianum di Roma, si terrà l’incontro “Amor creationis. La custodia del creato: impegno di tutti”, in occasione del quale sarà presentata la prima ed unica ristampa del “Codice 338″, uno dei documenti culturali e spirituali più preziosi per l’intera umanità in quanto contiene le antiche fonti francescane e la stesura originale del Cantico delle Creature, la preghiera con cui San Francesco d’Assisi, pochi anni prima di morire, innalzò una lode a Dio per tutti gli elementi del Creato.

In sintonia con l’appello lanciato da Papa Bergoglio per rafforzare “l’impegno di tutti, istituzioni, associazioni e cittadini, affinché sia salvaguardata la vita e la salute delle persone anche rispettando l’ambiente e la natura”, l’incontro intende contribuire a risvegliare le coscienze, a ricercare stili di vita con minor spreco e maggiore sobrietà, ricordando che Dio pose l’uomo e la donna sulla terra perché la coltivassero e la custodissero.

Il “Codice 338” risale a circa la metà del 1200 ed è custodito nella Biblioteca del Sacro Convento di San Francesco in Assisi. Il manoscritto è in precarie condizioni di conservazione; la Fondazione Sorella Natura ne ha curato, dopo otto secoli, la prima ed unica ristampa in fac simile al 100%.

Il Cantico delle Creature, primo testo poetico della letteratura italiana, è la più intensa testimonianza di amore per la creazione che l’umanità abbia mai prodotto: un inno alla vita permeato da una visione positiva della natura e da un sentimento di fratellanza fra l’uomo e tutto il creato, poiché in esso è riflessa l’immagine del Creatore.

L’incontro presso la Pontificia Università Antonianum è organizzato dalla Fondazione Sorella Natura impegnata a diffondere, soprattutto tra i giovani, una corretta educazione ambientale ispirata alla forza e all’attualità del messaggio etico e spirituale del Cantico delle Creature. Al centro degli interventi un’ampia riflessione sullo stato di salute del pianeta, sull’impegno a promuovere il rispetto della natura e comportamenti più responsabili, perché, come sottolinea il presidente della Fondazione, Roberto Leoni, “La soluzione della questione ambientale necessita del contributo di ognuno di noi; dobbiamo educarci ed educare a una nuova coscienza del rapporto tra uomo e natura, collaborando tutti a una maggiore sensibilizzazione su queste tematiche”.

I lavori saranno aperti alle ore 15.30 da una esecuzione dei Cantori di Assisi. Seguiranno vari interventi tra cui quelli della Prof.ssa Mary Melone Rettore della Pontificia Università Antonianum, del Cardinale Rodriguez Maradiaga e del Vicario Generale dell’Ordine dei Frati Minori Julio Cesar Bunader.

Alle 17.30 si svolgerà il dibattito tra il Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, la presidente Rai Annamaria Tarantola e il Vescovo di Assisi Domenico Sorrentino, sul tema “il Cantico delle Creature per l’uomo del XXI secolo”. Il Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin concluderà l’incontro intervenendo sul tema “La custodia del creato, da San Francesco d’Assisi a Papa Francesco”.

Potrebbero interessarti anche