Addio a Giulia Massari, storica firma de ‘Il mondo’

Il_mondoCelebre la sua rubrica ‘L’Invitato’. Il Partito Radicale la piange. Marco Pannella: “compagna e amica”

 

ROMA – Si è spenta a Roma la giornalista Giulia Massari, firma di punta del settimanale ‘Il Mondo’ diretto da Mario Pannunzio. Celebre la sua celebre rubrica ‘L’Invitato’, dove descriveva con acutezza e realismo una certa società romana e le sue frivolezze di quegli anni.

E’ stata più volte iscritta al Partito Radicale dagli anni 70 e fino agli ultimi tempi. Nel 2005 aveva aderito alla ‘Marcia di Natale’ per la giustizia e l’amnistia promossa dai radicali.

In occasione delle elezioni regionali del 2010 aveva appoggiato la candidatura di Emma Bonino alla presidenza della Regione Lazio.

A piangerne la scomparsa è proprio il Partito Radicale: “Con Giulia Massari i radicali – sottolineano in una nota il leader radicale Marco Pannella con Maurizio Turco e Valter Vecellio – perdono una compagna, un’amica di sempre, che da sempre sosteneva le iniziative e le battaglie per i diritti civili ed umani che nel corso di questi sessant’anni si sono portate avanti.

“Formatasi alla irripetibile scuola giornalistica del ‘Mondo’ di Mario Pannunzio – concludono gli esponenti radicali – Giulia Massari è stata radicale di quel Partito Radicale che aveva come simbolo la donna con il berretto frigio, ma lo è stata per anni, ininterrottamente, anche nella successiva fase, di rilancio del Partito Radicale, testimone e insieme discreta partecipe di quella grande stagione di progresso e civiltà che ha visto i radicali promotori e animatori”.

Potrebbero interessarti anche