La Roma presenta al sindaco il suo Stadio

Stadio_romaA Tor di Valle il progetto che vedrà la posa della prima pietra per la fine del 2015. Ora la palla passa alla Regione

 

 

ROMA – Viene già considerato uno dei più importanti progetti di rigenerazione urbana in Europa e quest’oggi ha fatto un fondamentale passo avanti: il dossier completo dedicato all’area di Tor di Valle, sito in cui verrà dello Stadio della Roma, è stato presentato a Roma Capitale.

Il presidente giallorosso James Pallotta, il Ceo di Eurnova Luca Parnasi, i rappresentanti di AS Roma SPV LLC ed i project partners Lend Lease, Meis, Libeskind e LAND hanno tenuto oggi un incontro con i media in presenza dei rappresentanti del Consiglio Comunale per presentare il dossier a Roma Capitale.

La conferenza, una tappa fondamentale nel cammino verso lo Stadio della Roma di Tor di Valle, è stata organizzata per comunicare al pubblico gli ultimi sviluppi e progressi del progetto, finanziato privatamente e del valore approssimativo di 1,5 miliardi di euro.

“Si tratta di un’opera strategica non solo per il mondo dello sport, ma per l’intera città. Non posso che esprimere dunque piena soddisfazione per il rispetto dei tempi e per la qualità del lavoro prodotto da professionisti di fama internazionale, come l’architetto statunitense Daniel Libeskind. È nostro compito ora effettuare le necessarie verifiche prima della trasmissione del progetto alla conferenza dei servizi regionale. Un percorso che ci impegniamo a completare rapidamente, con il massimo rigore. La realizzazione dello stadio, all’interno delle compatibilità urbanistiche, può rappresentare un grande strumento di crescita, di occupazione e di lavoro per la nostra città”, ha dichiarato il sindaco di Roma, Ignazio Marino.

“Oggi è una data storica per la città di Roma e per l’AS Roma”, ha dichiarato entusiasta il presidente dell’AS Roma James Pallotta. “Siamo orgogliosi del lavoro svolto dalla nostra squadra di esperti internazionali negli ultimi tre anni: ringraziamo l’amministrazione di Roma per la grande collaborazione dimostrata sin dalla prima presentazione del progetto in Campidoglio nel dicembre 2013”.

“Il sindaco Ignazio Marino e il suo staff ci hanno stimolato nell’apportare miglioramenti al progetto lungo il nostro cammino e credo sia stato fatto il massimo per rendere lo Stadio della Roma di Tor di Valle un nuovo centro sicuro, ben collegato, emozionante e sostenibile che migliorerà il modo di vivere la città e innescherà lo sviluppo economico dell’area: l’AS Roma e il nuovo stadio saranno il fulcro delle generazioni future. Non vediamo l’ora di giocarci: i tifosi meritano questo nuovo impianto, che sarà il cardine di tanti successi per il Club”.

L’intera area sarà caratterizzata da un campus di più di 105 ettari che avrà impianti sportivi all’avanguardia – incluso uno stadio da 52.500/60.000 posti a sedere e Nuova Trigoria – assieme a un’area commerciale, un’area dedicata all’intrattenimento e una serie di parchi.

“La consegna odierna del dossier, in attesa del prossimo passo, costituito dall’approvazione da parte di Comune e Regione Lazio, dimostra un chiaro impegno nei confronti delle Istituzioni italiane e del tessuto economico e commerciale”, ha commentato Mark Pannes, Ceo di Stadio della Roma. “Quello dello Stadio della Roma di Tor di Valle è un progetto che riavvierà lo spirito e l’energia della Capitale e dei suoi abitanti. Ci aspettiamo di creare almeno 12.000 nuovi posti di lavoro, oltre a tante opportunità per le aziende locali. Siamo orgogliosi di guidare questa crescita riconosciuta a livello mondiale e ad oggi abbiamo impegnato 55 milioni di euro in totale – dei quali 30 di investimenti diretti locali – in lavori di pre-costruzione. Nei prossimi anni puntiamo ad ampliare l’investimento fino a 1,1 miliardi per la costruzione dell’intero sito”.

Secondo il dossier presentato, l’area dello Stadio della Roma a Tor di Valle avrà diversi collegamenti a livello di trasporto pubblico, apportando benefici alle aree circostanti grazie ai numerosi punti d’accesso per tifosi e visitatori, compresi un ponte pedonale e uno aperto al traffico delle auto, oltre alla Metro B e alle le ferrovie Roma-Lido e Roma-Fiumicino. Il piano di accessibilità e fruibilità permetterà a più del 50% dei visitatori di poter raggiungere il sito servendosi del trasporto pubblico. In più è previsto un imponente piano di strutture pubbliche (o per metà pubbliche e per metà private) al fine di garantire più di 10.000 nuovi parcheggi nell’area.

I piani di sviluppo dello Stadio della Roma di Tor di Valle includono grande attenzione alla sostenibilità e agli spazi verdi con un team dedicato, in grado di apportare esperienza di livello mondiale in tema di certificazioni ambientali e tecnologie all’avanguardia mirate al risparmio energetico. Il piano di sostenibilità include l’utilizzo di energie rinnovabili e alta capacità di riciclo, oltre alla volontà di creare nuovi parchi urbani.

A seguito dell’avvenuta presentazione a Roma Capitale, il Consiglio Comunale esaminerà il piano generale prima di passare al processo di verifica da parte della Regione Lazio. La posa della prima pietra è prevista per la fine del 2015, con il nuovo stadio sostanzialmente completato entro il termine del 2017, in tempo per la stagione 2017-18. L’inaugurazione del distretto commerciale e di intrattenimento è invece prevista per il 2018.

Potrebbero interessarti anche