Un candidato al giorno ELISABETTA GIUSTINI

Giustini_sliderUna preside in piazza. Candidata Pd all’Assemblea Capitolina. Tra i progetti Scuole Aperte

 

ROMA – Dal 1982 il mio impegno quotidiano sta nella difficile ed esaltante esperienza all’interno della scuola italiana. Insegnante di religione cattolica prima, di filosofia e storia poi, oggi dirigo l’Istituto Tecnico Professionale Carlo Urbani di Ostia e di Acilia.

In un contesto spesso di emergenza sociale – molti dei miei studenti si giocano l’ultima carta per un futuro possibile, famiglie preoccupate affidano alla scuola la formazione culturale e soprattutto civile dei loro figli – il mio impegno professionale e umano richiede presenza, scelte talvolta solitarie e assunzione di responsabilità, con il pensiero saldo sull’obiettivo di assicurare ai miei ragazzi la possibilità di scegliere e costruire la strada migliore per la loro vita.

La mia candidatura in Assemblea Capitolina è la prosecuzione di questo impegno, con altri strumenti e nuove responsabilità. È il rafforzamento di questa determinazione a non rassegnarsi, a credere che il meglio debba ancora avvenire.

Fedele a questi valori ho elaborato il progetto delle Scuole Aperte per Roma

Scuole Aperte: allargare a tutta la citta l’esperienza delle Scuole Aperte che gia esistono nel territorio. La Scuola Aperta è uno spazio, un luogo fisico che si apre agli studenti, ai genitori, alle associazioni, al quartiere. La Scuola Aperta forma un’alleanza unica con il territorio e diventa luogo di condivisione. La scuola aperta è un immenso patrimonio immobiliare che genera valore aggiunto da reinvestire nella scuola stessa: si aprono le porte a chi cerca uno spazio per far nascere un’impresa sociale e culturale. Perché gli introiti dei corsi e degli affitti vengono usati per coprire i costi straordinari di gestione. E con i soldi ricavati dalle ore in più si rifanno gli intonaci, si pavimentano le palestre, si aggiornano gli arredi e le attrezzature tecniche.In aiuto ci sarà da ora in poi il decreto ministeriale appena approvato per aprire le scuole di pomeriggio, il sabato e d’estate nelle aree periferiche delle citta (Roma, Milano, Napoli e Palermo) dove è ancora alta la dispersione degli studenti. Per questo il Ministero dell’Istruzione ha stanziato 10 milioni di euro immediatamente disponibili.

Ufficio Scuole aperte: Ufficio all’interno del Campidoglio a disposizione delle scuole e delle loro domande, per diffondere le tante buone pratiche che gia esistono in Italia, indicare le soluzioni gia praticate. E’ il primo passo per far sapere che “si può fare” e per contagiare tante altre realta. I timori che possono frenare la partenza di nuovi progetti sono gli stessi per tutti: come coprire con un’assicurazione l’ingr<   esso di persone esterne alla scuola? Chi paga gli straordinari del personale ATA? E il riscaldamento? Esiste un regolamento per le tariffe e le assicurazioni? Che veste giuridica è meglio dare alle associazioni di genitori? L'Ufficio affianchera le scuole: sulla forma giuridica da dare all'Associazione Genitori; sul Protocollo fra Comune di Roma, Coni, Anci e Ufficio scolastico regionale sull’utilizzo delle palestre in orario extrascolastico; sul Manuale di fundraising per le scuole; sul documento operativo che spieghi i processi da attivare e un tutor che segua il percorso per il Bilancio sociale delle scuole.

Progetto App S.O.N. Support contro l’uso di stupefacenti: allargare a tutte le scuole l’App “S.O.N Support” che, mediante un’applicazione per smartphone e tablet, mette a disposizione di genitori e docenti informazioni sul fenomeno della vendita online delle sostanze, consigli utili per la prevenzione, link ai siti delle principali istituzioni competenti in materia.

Progetto Minerva: riduzione dell’orario scolastico con giornate di recupero per manifestazioni culturali, sportive, musicali, organizzate anche di sabato dentro e fuori scuola. Il progetto consiste nella contrazione del monte ore di ciascuna disciplina con la sua restituzione agli studenti per attivita curricolari di potenziamento, recupero e approfondimento. L’obiettivo è quello di estendere il tempo scuola, per ampliare l’offerta formativa e offrire ai ragazzi la possibilita di acquisire competenze adeguate alle proprie inclinazioni.

Potrebbero interessarti anche