Verso la PA in un’economia 4.0

FORUM_PAA Roma gli Stati generali della pubblica amministrazione. Giovedì a Forum PA si parla di tecnologie condivise

 

ROMA – Se le cifre ci dicono che, seppure lentamente, l’Italia sta uscendo da una crisi durata sette anni, ora più che mai è necessario agire per uscirne diversi da come ci siamo entrati e con altre prospettive e priorità. In questo contesto non possiamo che constatare che non esiste più una old economy e una new economy: il digitale è l’aria in cui tutti noi respiriamo e il “digitale” è l’aria che respiriamo e il principale settore in cui investire per una crescita possibile e uno sviluppo equo e sostenibile.

La metafora del 4.0, ossia del flusso ininterrotto di informazioni e di dati e dell’automazione end to end, vale per l’industria, ma ancor più per i servizi a cominciare dalla PA: tutta l’economia deve essere, in quanto economia della conoscenza, aderente al paradigma 4.0. Per far questo ci vuole un deciso cambio di passo nell’uso delle risorse, delle piattaforme, dei dati e nella reingegnerizzazione dei processi. La “economia 4.0” si basa sull’uso condiviso delle piattaforme tecnologiche e di conoscenza.

Un convegno in programma giovedì a Forum PA propone un confronto tra i principali protagonisti pubblici e privati di questa trasformazione. Intervengono: Simone Battiferri, direttore della Divisione ICT Solutions & Service Platforms, TIM Telecom Italia; Enza Bruno Bossio, componente dell’Intergruppo parlamentare per l’innovazione tecnologica; Cristiano, amministratore delegato e presidente, Sogei Spa; Marco Icardi, amministratore delegato SAS Italia; Luigi Ferrara, capo Dipartimento dell’amministrazione generale, del personale e dei servizi, ministero dell’Economia e delle Finanze; Andrea Rangone, Ceo Digital360; Agostino Santoni, amministratore delegato, Cisco Italia.

Concluderà il ministro dell’Economia e delle Finanze, Piercarlo Padoan, che è un player essenziale sia perché il MEF è il più grande acquirente di tecnologie – direttamente e tramite Consip – in grado quindi di essere driver per il mercato, sia perché il MEF, attraverso le politiche fiscali può promuovere e indirizzare gli investimenti in innovazione tecnologica, sia infine perché è il primo azionista delle principali piattaforme di dati e di elaborazione: Sogei, Consip, Demanio, ecc.

Potrebbero interessarti anche