Il Cnr annulla una convenzione milionaria

Massimo_InguscioDal cda stop all’accordo triennale di 5 milioni relativo alla ricerca sulle cellule staminali

 

ROMA – La scorsa settimana abbiamo dato notizia che il cda del Consiglio nazionale delle ricerche, nella riunione del 19 maggio, si sarebbe occupato della vicenda della convenzione sulle cellule staminali.

In effetti, il cda presieduto da Massimo Inguscio, dopo un approfondito esame della questione, ha deciso di annullare – come confermato dal consigliere di amministrazione Vito Mocella – l’accordo di durata triennale, con il quale a febbraio scorso il Cnr, presieduto da Luigi Nicolais, e la Fondazione Cellule Staminali di Terni, presieduta da Enrico Garaci (già presidente dello stesso Cnr dal 1993 al 1997), avevano deciso di instaurare un “rapporto di collaborazione finalizzato a migliorare la conoscenza delle cellule staminali sane e tumorali e la loro regolazione”, con un onere a carico dello stesso Cnr di poco più di 5 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche