La corsa a due per la presidenza di Unindustria

stirpeunindustriaI candidati sono Attilio Tranquilli e Filippo Tortoriello. Intanto Luigi Abete rimane imparziale e vigila sul fair play.

ROMA – La short list dei candidati alla successione di Maurizio Stirpe alla guida della Confindustria laziale (Unindustria) è ormai di fatto definita.

Ed è una lista veramente short, perché a competere sono rimasti in due: Attilio Tranquilli, attivo nel settore dell’energia, e Filippo Tortoriello, presidente e ad di Gala, ormai uno dei big della produzione e distribuzione di energia elettrica.
Dal campo iniziale dei partenti per la corsa alla presidenza, sono usciti prima Fabio Miraglia, presidente degli industriali di Latina, e poi Giampaolo Letta, che in verità, per sua scelta, non ha mai aspirato.Abbiamo provato a chiedere ai bookmakers le quote per i due concorrenti rimasti in gara, ma non c’è stato nulla da fare: sono dati entrambi alla pari.

Qualcuno si aspettava che il padre nobile degli industriali romani, Luigi Abete, si schierasse a favore dell’uno o dell’altro contendente. Ma, da buon arbitro, guarda la corsa con un certo distacco dalla tribuna e, a quanto se ne sa, non è passato a scommettere al botteghino. Lui vigila sul fair play dei concorrenti e, in cuor suo, si augura che da qui al 19 luglio, quando la Commissione dei saggi dovrà designare il presidente, si sia raggiunto l’accordo su un solo nome che vada bene a tutti.

Potrebbero interessarti anche