Lazio, Unindustria: competitività e sviluppo economico

UnireteSLIDERLa regione Lazio al centro dell’evento UNIRETE: la due giorni delle imprese per le imprese.

 

ROMA – Integrazione tra imprese, crescita dimensionale e sviluppo del concetto di filiera. Saranno questi i temi principali che verranno affrontati all’interno di Unirete, l’evento di Unindustria dedicato al business ed in programma il 9 e 10 giugno al Palazzo dei Congressi dell’Eur.

5000 imprenditori e 450 aziende: questi i numeri della passata edizione di Unirete, che quest’anno ha in serbo grandi novità. Prima tra tutte lo spazio espositivo, che verrà suddiviso in cluster dove le imprese si confronteranno in base alle grandi sfide del mercato. Life Sciences, Smart Future, Made in Italy & Tourism, Industria 4.0 e Financial District i temi di discussione, dal sapore decisamente esterofilo. Difatti, quest’anno Unirete  ha deciso di guardare al futuro e alle nuove prospettive di business attuabili sul territorio laziale.

La seconda edizione di Unirete sarà aperta da figure centrali della vita economica del paese Italia e della regione Lazio: Maurizio Stirpe Presidente di Unindustria e neo Vice Presidente di Confindustria con Delega al Lavoro e Relazioni Industriali, Nicola Zingaretti Presidente della Regione Lazio e Vincenzo Boccia Presidente di Confindustria.

Gli eventi in programma sono molteplici. Colpisce positivamente l’attenzione particolare riservata alla cultura nel suo senso più generico. Si terrà, infatti, la conferenza stampa “La mostra l’eleganza del Cibo” che, dopo il successo dello scorso anno ai Mercati di Traiano, arriverà anche al Chelsea Market Art Gallery di New York. Ciuò che si percepisce è la volontà di valorizzare l’essenza creativa dell’alta moda e la qualità della cucina, tutto all’insegna del Made in Italy.

Il cuore della discussione rimane, tuttavia, il binomio Sviluppo Economico – Regione Lazio. Dunque, Maurizio Stirpe ed Nicola Zingaretti si confronteranno sul presente e sulle prospettive future di rilancio economico della nostra Regione, in un dibattito moderato da Nicola Porro che gestirà anche l’evento successivo “Industria Intelligente: la quarta rivoluzione è già iniziata”, dedicato ad un nuovo modello di business “industria 4.0”, che prevede la creazione di nuove reti di imprese fondate su innovazione, filiere allargate e integrazione tra produzione, servizi e manifattura. Il tema ha richiamato la presenza di personalità come Ennio Lucarelli, presidente Confindustria SIT, e Mr. Yves Paindaveine della Commissione Europea.

Se l’intento di Unindustria è quello di portare sul tavolo delle discussioni l’innovazione tecnologica, non poteva certo mancare una sezione interamente dedicata al neonato mondo delle start-up. Il “Premio Unirsi per l’Impresa” , giunto alla sua terza edizione, nasce proprio con l’intento di premiare la migliore start up innovativa tra le 10 finaliste selezionate da una prestigiosa giuria. La vincitrice si aggiudicherà 10 mila euro, l’iscrizione gratuita per tre anni ad Unindustria ed un piano di sostegno volto a trasformare la giovane azienda in una nuova impresa emergente.

A conclusione dei lavori del 9 giugno, le imprese avranno la possibilità di fare networking nell’evento “A cena con Unindustria”, in cui è prevista la presenza di più di 600 personalità tra Stakeholder istituzionali e imprenditoriali.
Si sa, non si vive di propria economia. Per questo la giornata del 10 giugno si apre con“Workshop Eurasia 2016 – New Drivers of Asian Economy”, promosso da Unindustria ed Unioncamere Lazio e patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri, intervento dedicato all’internazionalizzazione che vedrà la partecipazione di importanti delegazioni provenienti da Cina e Far East.

La cultura torna parte attiva della rassegna con “Creatività, Cultura, turismi: Lazio motore d’Italia” , intervento coordinato da coordinato da Giampaolo Letta Vice Presidente di Unindustria, con le testimonianze di illustri ospiti come Riccardo Tozzi Presidente Anica, Evelina Christillin Presidente Enit, Diana Bianchedi Direttore Generale del Comitato Promotore di Roma 2024, Francesco Palumbo Direttore Generale del turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e Edith Gabrielli Direttore Polo Museale del Lazio.

I lavori di Unirete si concluderanno con un interessante confronto, moderato da Giovanni Floris, tra i due candidati Sindaco di Roma Capitale, Virginia Raggi e Roberto Giachetti, che sono arrivati al ballottaggio. Che sia questo l’evento più atteso?

Potrebbero interessarti anche