Confidustria digitale, Elio Catania confermato presidente

f2021066-35ff-4087-8ac1-98e8054c33cc_medium“Innovazione digitale al centro della politica economica e di sostegno alle imprese”.

ROMA – L’assemblea di Confindustria Digitale ha eletto gli organi direttivi che guideranno la federazione delle imprese dell’Information & Communication Technology per i prossimi due anni. Elio Catania è stato confermato alla presidenza per il suo secondo mandato. Nell’accettare l’incarico, Catania ha affermato: “Sono stati due anni di intenso lavoro, di collaborazione a tutto campo con le istituzioni e il sistema delle imprese per contribuire a far crescere la cultura digitale nel nostro Paese. Oggi possiamo senz’altro constatare che il digitale è salito di priorità per molti settori della politica, della società e dell’economia italiana. Ma questo maggior livello di consapevolezza non basta a colmare i ritardi accumulati. Dobbiamo accelerare. Produrre cambiamenti significativi e benefici tangibili. Per questo, per il prossimo biennio, abbiamo fissato una roadmap di azioni concrete. Come Confindustria siamo impegnati nell’esecuzione di un programma per la trasformazione competitiva digitale di Pmi e filiere attraverso la valorizzazione di ecosistemi e hub di innovazione sul territorio. Al governo e alle istituzioni, chiediamo di mettere l’innovazione digitale al centro della politica economica e di sostegno alle imprese, mentre diamo piena disponibilità delle competenze della nostra filiera per i progetti di riforma digitale della Pa, in una logica di partenariato di valore”.

L’Assemblea ha eletto vicepresidente vicario Dina Ravera (presidente Asstel) e i venti membri del Consiglio Generale: Massimo Angelini (Wind), Cesare Avenia (Ericsson), Simone Battiferri (Tim), Fabio Benasso (Accenture), Alberto Calcagno (Fastweb), Massimo Canturi (Comdata), Paolo Castellacci (Gruppo Sesa), Gianluca Cimini (Bt), Nicola Ciniero (Ibm Italia), Umberto Costamagna (Call&Call), Domenico Favuzzi (Exprivia), Maria Rita Fiasco (Gruppo Pragma), Pietro Guindani (Vodafone), Roberto Loiola (Nokia), Giorgio Mosca (Leonardo), Salvatore Paparelli (Sony Europe Limited), Carlo Purassanta (Microsoft), Bruno Rondinella (Sielte), Alberto Tripi (Almaviva), Stefano Venturi (Hewlett Packard Enterprise).

Potrebbero interessarti anche