Boom Internet: traffico Ip triplicherà entro il 2020

laptop-820274_1280Una crescita trainata da oltre un miliardo di nuovi utenti e 10 miliardi di nuovi dispositivi e connessioni.

Entro il 2020 si avra’ una crescita esponenziale dell’uso delle reti e dei servizi e dispositivi collegati a internet. Quanto al traffico IP, si stima che “nei prossimi cinque anni si avra’ una triplicazione del traffico globale che avverra’ ad un tasso Cagr (compound annual growth rate) del 22%. Aumento che nel nostro Paese corrispondera’ ad un “26% rispetto allo scorso anno”. E’ quanto sostiene lo studio Visual Networking Index Complete Forecast 2015-2020 condotto da Cisco. Secondo lo studio, faranno il loro ingresso sulla rete “un miliardo in piu’ di nuovi utenti, passando dai tre miliardi del 2015 ai 4,1 miliardi di individui nel 2020”.

In Italia le persone collegate a Internet “rappresenteranno il 71% della popolazione, pari a circa 42 milioni di individui”. In crescita anche la diffusione di connessioni e nuovi dispositivi. Nel corso dei prossimi cinque anni, secondo Cisco, “le reti Ip globali supporteranno fino a 10 miliardi di nuovi oggetti e collegamenti. In Italia saranno 482,3 milioni i nuovi dispositivi connessi nel 2020. Il traffico Ip sara’ poi ulteriormente alimentato dal progresso nel campo dell’Internet delle cose (Iot) che fara’ aumentare di quasi tre volte le connessioni M2M”. I servizi e i contenuti video si confermeranno come le applicazioni dominanti rispetto a tutte le altre.

“I video diffusi su Internet – dice lo studio – rappresenteranno il 79% del traffico Internet mondiale nel 2020, crescendo del 16%. Globalmente, entro il 2020, “si raggiungeranno tre trilioni di minuti al mese di video su Internet, che corrispondono a cinque milioni di anni di video al mese, o a circa un milione di minuti video ogni secondo”. Non mancheranno i problemi di sicurezza connessi a questa rivoluzione. Di pari passo con l’aumento del traffico Ip e dei dispositivi connessi, dicono le previsioni di Cisco, cresceranno anche i casi di attacchi e intrusioni informatiche. “Per quanto riguarda gli attacchi del tipo DDoS, capaci di paralizzare le reti, inondando i server e i dispositivi di rete con traffico proveniente da piu’ fonti IP, questi cresceranno dai 6,6 milioni nel 2015 ai 17 milioni nel 2020 e rappresenteranno il 10% del traffico Internet totale di un Paese”.

Potrebbero interessarti anche