Giunta Raggi, il gran debutto

virginiaraggiaperturafasciasindaco4Il sindaco di Roma presenta ai romani, nell’aula Giulio Cesare, il suo “dream team”. Linda Meleo è l’ultimo nome proferito dalla Raggi. Escluso, invece, l’ex campione della nazionale di rugby Andrea Lo Cicero. Al suo posto, ad occuparsi dello Sport, sarà Daniele Frongia.

ROMA – Oggi il gran debutto. Virginia Raggi presenterà, infatti, la nuova Giunta ai romani. Nel frattempo, ieri, il sindaco di Roma ha convocato in Campidoglio i suoi assessori in pectore per una prima riunione. Obiettivo: fare il punto della situazione e stilare alcune priorità, una sorta di ‘road map’: dal bilancio ai trasporti, passando per il taglio agli sprechi e l’open government fino alla pulizia e al decoro della città.

Il “dream team” è al completo e Linda Meleo è l’ultimo nome proferito da Virginia Raggi. Chi invece è stato eliminato è Andrea Lo Cicero che ieri se ne è andato in sella alla sua moto Bmw. All’arrivo, l’ex pilone, s’è detto “emozionato come un bambino”. Ma una volta finita la prima riunione informale, si è limitato a un commento fuggente: “La giunta? Tutto bene”. Probabilmente, per rendere meno clamorosa questa bocciatura, visto che Lo Cicero era tra i quattro nomi che la Raggi presentò sul palco di Ostia l’ultimo venerdì prima del ballottaggio, all’ex campione della nazionale di rugby sarà assegnato un altro incarico, ovviamente nell’ambito delle sue competenze, vale a dire lo sport (“Sarai il nostro ambasciatore”).

Intanto l’assemblea capitolina si prepara al suo debutto ed è ancora ‘guerra’ di scranni tra M5s e Pd. Sono arrivati alla spicciolata a Palazzo Senatorio. Molti del ‘dream team’ pentastellato hanno preferito l’entrata secondaria per sfuggire ai flash dei fotografi e alle domande dei cronisti.

Alla fine Marcello Minenna avrà con molta probabilità un super-assessorato: per lui la delega al Bilancio e quella alle Partecipate – quest’ultima sarà ‘a tempo’, così hanno deciso sin dall’inizio i 5 Stelle. Per i trasporti ci sarà una donna, forse Viviana Paniccia. E, allo Sport, al posto di Lo Cicero entra Daniele Frongia. Gli altri nomi sono noti: Paolo Berdini (Urbanistica), Paola Muraro (Ambiente), Luca Bergamo (Cultura), Flavia Marzano (Semplificazione-Smart City), Laura Baldassarre (Sociale), Adriano Meloni (Sviluppo economico).

Intanto Raggi ha lavorato non solo per gli ultimi ritocchi alla sua squadra, ma anche su temi di ordinaria amministrazione: si è occupata di rifiuti, chiedendo al presidente di Ama “pulizia a 360 gradi”, poi vertice in Campidoglio con alcuni esperti del M5s sul tema trasporti: bus, tram e metro restano la priorità del Campidoglio anche perché all’orizzonte sono già pronti scioperi in Atac e due sono in programma lunedì.

Oggi però non sarà solo il debutto della giunta Raggi. Anche i neoeletti consiglieri si preparano al loro primo giorno in assemblea capitolina. E alla fine il M5s ha deciso. La maggioranza 5 Stelle si posizionerà sugli scranni di sinistra dell’Aula Giulio Cesare ‘sfrattando’ così i colleghi del Pd, soliti sedersi lì da anni. Una sorta di ulteriore schiaffo, dopo quello arrivato con il risultato delle urne.

In casa dem non l’hanno presa bene e ci si prepara ad una ‘guerra degli scranni’: non si esclude ci sarà una vera e propria corsa dei consiglieri per battere gli altri sul tempo ed occupare per primi quelli più ambiti. Per il primo consiglio dell’era Raggi, i 5 Stelle hanno pensato ad un ‘Open Campidoglio’ con streaming dei lavori d’Aula sul blog di Beppe Grillo e in diverse sale del palazzo: nella Sala della Protomoteca sarà allestito un mega-schermo. Intanto si lavora anche sul versante sicurezza: per entrare a Palazzo Senatorio ci saranno molto probabilmente dei pre-filtraggi, anche con metal detector. E piazza del Campidoglio, visto che sono in programma delle manifestazioni di movimenti, sarà ‘sorvegliata speciale’.

Potrebbero interessarti anche