Premio Strega 2016, and the winner is… Edoardo Albinati

edoardoalbinatipiccola56I romanzi del Premio Strega hanno segnato l’evoluzione dell’Italia, i cambiamenti di linguaggio e di costume.

ROMA – Con 143 voti, il vincitore della settantesima edizione del rinomato Premio Strega è Edoardo Albinati (romano, classe 1956), grazie al suo voluminoso romanzo “La scuola cattolica” edito da Rizzoli.
Quasi 2.000 pagine, ambientato nel quartiere Trieste della Roma degli anni Settanta, il romanzo mescola vita borghese, cultura maschilista, ma soprattutto cultura cattolica proveniente dall’istituto frequentato dallo stesso Albinati e da quelli che divennero gli assassini della strage del Circeo: Angelo Izzo, Gianni Guido e Andrea Ghira.

“Io sono solo il redattore di questo libro – ha spiegato l’autore con in mano la tradizionale bottiglia di liquore – ringrazio chi ha avuto l’idea, due emissari dell’editore che mi hanno convinto a continuare quando stavo mollando, le quattro donne, anzi cinque, che hanno riletto il romanzo e mi hanno aiutato”.

Il Premio Strega è considerato il simbolo della cultura italiana. Concepito con la Seconda Guerra Mondiale ancora in corso, nacque nello spirito della ricostruzione civile dopo gli anni cupi del conflitto e del fascismo. Vide l’annuncio il 17 febbraio 1947 da parte della fondatrice Maria Bellonci, che raccontò così il concepimento: “Già da tempo cominciavo a pensare ad un nostro premio, un premio che nessuno avesse mai immaginato. L’idea di una giuria vasta e democratica che comprendesse tutti i nostri amici mi sembrava tornar bene per ogni verso. Confermava il nuovo acquisto della democrazia”.

Il Premio è animato dagli “Amici della domenica”, chiamati così per il giorno delle loro prime riunioni nel 1944. Sono loro il corpo elettorale da sempre: si tratta di 400 esponenti del mondo culturale che ogni anno, con due successive votazioni a Roma, scelgono il libro di narrativa vincitore. La prima continua a svolgersi a casa Bellonci, oggi sede della Fondazione Bellonci, e seleziona la cinquina finalista. La seconda, nei primi giorni di luglio, è quella finale.

I romanzi del Premio Strega, dal primo vincitore Ennio Flaiano passando per Pier Paolo Pasolini, Alberto Moravia, Anna Maria Ortese e così via, hanno segnato l’evoluzione dell’Italia, i cambiamenti del linguaggio e del costume, i fermenti, i problemi. L’elenco dei vincitori comprende i nomi più importanti della letteratura italiana contemporanea. Insomma, da 70 anni il premio è una parte molto significativa della storia culturale italiana.

Potrebbero interessarti anche