Google e Facebook sovrani della pubblicità online

googlefacebookpiccolaSi spartiscono ormai tra gli 85 e i 90 centesimi per ogni dollaro investito dalle aziende in pubblicità online.

ROMA – Google e Facebook sovrani indiscussi della pubblicità online. A sostenerlo è Ken Doctor, autore di Newsonomics, il libro sulle ultime novità e tendenze in ambito media poi divenuto sito di informazione, secondo cui ormai si è compiuto un processo cominciato quattro anni fa. Big G e Fb si spartiscono ormai tra gli 85 e i 90 centesimi per ogni dollaro investito dalle aziende in pubblicità online.

E la pubblicità online, ricorda Doctor citando un recente studio Comscore, rende di più sui cossiddetti “premium media”, cioè i siti top, come, per esempio, ‘The Times’, Espn, Hearst, Discovery Communications, Gannett, Slate e Abc. Dove, precisa Doctor, la differenza di prezzo rispetto agli altri siti può raggiungere i 20 dollari. “La programmazione”, in tal senso, “non conta”, secondo Doctor, nemmeno la capacità di “reach”.

Potrebbero interessarti anche