Carlo Tavecchio denunciato: “Ha aiutato Claudio Lotito”

lotitopiccola3Arebbe prodotto un documento fasullo per permettere al presidente della Lazio di querelare un altro tesserato.

ROMA – Non c’è pace per Claudio Lotito. Dopo gli insulti e le pernacchie dei tifosi biancocelesti che lo accompagnano ad ogni uscita, dopo la figuraccia rimediata con l’allenatore argentino Bielsa, dopo l’ammutinamento di alcuni tra i più prestigiosi giocatori delle squadra, il presidente della Lazio viene ora anche denunciato, insieme al sua amico Tavecchio presidente della Figc e al segretario generale Di Sebastiano

A sporgere denuncia è l’ex patron di una piccola squadra di calcio lombarda. Sergio Briganti, che accusa i vertici della Federazione di aver falsificato le carte per permettere a Lotito di denunciare in sede penale il dg dell’Ischia calcio, Pino Iodice, che aveva registrato e diffuso una telefonata con il presidente della Lazio e consigliere federale in cui questo si vantava di tessere le fila del potere del calcio italiano.

Dal momento tuttavia che denunciante e denunciato sono entrambi tesserati, in base allo statuto della Figc il proprietario del club biancoceleste avrebbe dovuto avere l’autorizzazione preventiva della Federazione per rompere la clausola compromissoria, cioè per denunciare in sede penale un altro tesserato. Autorizzazione che il suo amico Tavecchio gli fece avere nel giro di 24 ore grazie alla falsificazione di una delibera del Consiglio federale.

Stando all’odierna denuncia dell’ex proprietario del Pergocrema, la delibera che forniva a Tavecchio i poteri per autorizzare Lotito ad incriminare a sua volta il direttore generale dell’Ischia sarebbe un clamoroso falso, come si evincerebbe dagli screenshot dei computer interni alla Figc allegati alla stessa denuncia.

In casi come questi, in cui dietro le liti fra “comari” spesso si nascondono interessi e rivalità inconfessabili, il cronista si limita a raccontare i fatti per dovere d’informazione. I condizionali e le formule dubitative sono quindi d’obbligo. Se tuttavia alla fine delle indagini le vicende raccontate dovessero rivelarsi fondate, l’immagine della Federazione e dei vertici che la guidano ne uscirebbe decisamente offuscata.

Potrebbero interessarti anche