Inps: assunzioni gennaio/maggio -11,2%, frena tempo indeterminato

inpspiccola45Assunzioni sono risultate 2.076.000, con riduzione di 263.000 unità rispetto allo stesso periodo del 2015.

ROMA – Nel periodo gennaio-maggio 2016 le assunzioni sono risultate 2.076.000, con una riduzione di 263.000 unità rispetto al corrispondente periodo del 2015 (- 11,2%). Lo rileva l’Inps nel suo Osservatorio sul precariato relativo al periodo gennaio-maggio

Questo rallentamento ha coinvolto essenzialmente i contratti a tempo indeterminato – 280.000, pari a -34% sui primi cinque mesi del 2015. “Il calo – spiega l’Inps – e’ da ricondurre al forte incremento delle assunzioni a tempo indeterminato registrato nel 2015, anno in cui dette assunzioni potevano beneficiare dell’abbattimento integrale dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per un periodo di tre anni.

Analoghe considerazioni possono essere sviluppate in relazione alla contrazione del flusso di trasformazioni a tempo indeterminato (-37%)”. Per i contratti a tempo determinato, nei primi cinque mesi del 2016, si registrano 1.441.000 assunzioni, in linea con gli anni precedenti (+ 0,6% sul 2015, e + 1,2% sul 2014). Le assunzioni con contratto di apprendistato sono state 90.000, con un incremento del 10,4% sul 2015. Le cessazioni complessivamente risultano diminuite dell’8,9%.

Potrebbero interessarti anche