Vaccini, l’ordine: “Radiazione per medici che lo sconsigliano”

vaccinazione-bambini1Nel documento della Fnomceo, presentato oggi, si parla di “infrazione del codice deontologico”.

ROMA – La Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri ha presentato un documento approvato all’unanimità dal Consiglio dove si schiera senza se e senza ma a favore dei vaccini.

E tra le proposte a “tutela della collettivita’” contro il fronte anti-vaccini la Fnomceo elenca anche sanzioni per i medici che li sconsigliano, sanzioni per “violazione del codice deontologico” che quindi possono arrivare fino alla radiazione. Nel documento – approvato l’8 luglio e presentato oggi – infatti si legge: “Solo in casi specifici, quali ad esempio alcuni stati di deficit immunitario, il medico puo’ sconsigliare un intervento vaccinale. Il consiglio di non vaccinarsi nelle restanti condizioni, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica”.

E il segretario Fnomceo Luigi Conte ha spiegato: “l’infrazione deontologica potrebbe comportare sanzioni del medico: il nostro codice deontologico dice chiaramente che e’ obbligo del medico non sottrarre il proprio paziente a cure documentate e sperimentate”; “cure documentate e sperimentate – sottolinea – quali sono i vaccini. I vaccini sono la piu’ grande conquista dell’umanita’ in materia sanitaria e non possono essere messi in discussione da comportamenti estemporanei di persone che non hanno nulla a che fare con la scienza, a maggior ragione se si tratta di un medico”.

In concreto quindi “se abbiamo la segnalazione di un comportamento da parte di un medico che sconsiglia la vaccinazione, senza motivazioni ben precise, come ad esempio condizioni di immunodeficienza della persona che potrebbero sconsigliarlo, ma in assenza quindi di condizioni particolari, il medico puo’ esser denunciato all’ordine dei medici e si puo’ aprire un procedimento disciplinare che ha tutti i gradi di un giudizio ordinario: il primo compete all’ordine provinciale a cui il medico e’ iscritto, il secondo alla commissione centrale degli esercenti le professioni sanitarie e il terzo la corte di Cassazione”.

E “in base agli esiti del procedimento disciplinare le sanzioni applicabili sono quattro: si va dall’avvertimento, alla censura, alla sospensione temporanea dell’esercizio fino alla radiazione”. E “si potrebbe arrivare quindi anche alla radiazione”. Al momento risulta un procedimento disciplinare in corso all’ordine dei medici di Firenze, nel quale la fase istruttoria e’ terminata e a settembre-ottobre si dovrebbe passare alla fase giudicante, a carico di un medico che sostiene, anche pubblicamente, il rapporto tra vaccinazione e autismo. Il segretario Fnomceo ha sottolineato che “abbiamo sentito l’esigenza di fare un documento che prendesse posizione netta a favore dei vaccini specie in questo momento storico nel quale si sta affermando un pericoloso comportamento anti vaccinale in Italia, e in altri paesi europei e del mondo”. Per Conte un tale comportamento “viene favorito da un uso inconsulto del mezzo internet perché compaiono tantissime bufale e stupidaggini”.

La presa di posizione dei medici della Fnomceo e il documento presentato hanno un obiettivo ben preciso: “Facciamo tutto questo – ha concluso il segretario Luigi Conte – nell’interesse dei cittadini e a tutela della salute pubblica”.

Potrebbero interessarti anche