“Fermiamo la repressione in Turchia”, domani sit in a Roma

sindacati-bandiere333Promosso da Flc-Cgil, Cisl scuola e Uil scuola. L’incontro è previsto all’ambasciata turca intorno alle 17,30.

ROMA – “Fermiamo la repressione in Turchia”. Questo lo slogan del sit-in promosso dalla Flc-Cgil, Cisl scuola, Uil scuola ed al quale parteciperanno realtà della società civile come l’Arci che si svolgerà a Roma il 26 luglio prossimo. L’appuntamento è per martedì 26 luglio, nei pressi dell’ambasciata turca di via Palestro (angolo via S. Martino della Battaglia) alle 17.30.

“Sono ormai piu” di 60mila le persone indagate o rimosse dai loro incarichi in Turchia: insegnanti, pubblici funzionari, giornalisti. Molti di loro sono stati incarcerati, mentre molti docenti sono stati invitati a non lasciare il paese o, se all’estero, a farvi ritorno al piu” presto. – sottolineano gli organizzatori – E’ l’intero sistema dell’istruzione a essere sotto attacco, cosi’ come quello dell’informazione e della giustizia. Ma un paese privato del diritto a ‘sapere’ e’ un paese spogliato dei piu” elementari diritti democratici, con una societa” civile ridotta all’impotenza”.

Potrebbero interessarti anche