Tornata di nomine nella Pubblica amministrazione

consigliodeiministripiccolaMartucci di Scarfizzi presidente della Corte dei Conti e Galtieri suo Procuratore generale. De Felice sempre a capo dell’Inail.

 

ROMA – È Arturo Martucci di Scarfizzi il nuovo presidente della Corte dei Conti: lo ha annunciato ieri il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, al termine del Consiglio dei ministri. Napoletano, classe 1947, già presidente aggiunto della Corte dei Conti, nomina che è arrivata nel febbraio del 2015, e insignito della Croce di Grande Ufficiale al merito della Repubblica italiana.

Nel 1972 inizia la professione presso la Corte d’Appello di Napoli. Nominato nel 1979 Referendario della Corte dei conti a seguito di un concorso, risultando primo classificato nella graduatoria di merito.

E’ componente di diritto del Consiglio di Presidenza; presiede la Commissione permanente per il Monitoraggio; è presidente del Collegio dei revisori dei conti della Giustizia Amministrativa, nonché presidente di Sezione della Commissione Tributaria Regionale per la Campania.

Il Consiglio dei ministri di giovedì ha inoltre preso atto della nomina del Presidente di sezione Claudio Galtieri a Procuratore generale della Corte dei conti. Nominato magistrato della Corte dei conti a seguito di concorso nel novembre 1976, Galtieri ha svolto prima attività di controllo su Amministrazioni periferiche e centrali dello Stato (1976-1980), poi funzioni di Direttore dell’Ufficio di coordinamento del controllo preventivo (1980-1989).

Dal luglio 1996 al dicembre 2001 ha svolto funzioni di Vice Procuratore Generale, presso la Procura generale in Roma, con incarico di responsabile del coordinamento delle Procure regionali, dal 1° gennaio 2002 le funzioni di Procuratore regionale presso la Sezione giurisdizionale della Corte dei conti per la Regione Toscana e dal 21 febbraio 2011 è Presidente della Sezione giurisdizionale per la Regione Lombardia.

Presso la Corte dei conti ha fatto parte, dal 1981 al 1994, del servizio Massimario e Rivista e dal 1991 al 1994 è stato responsabile dell’ufficio studi del Consiglio di Presidenza. Nel corso della sua carriera è stato inoltre consulente dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici dall’ottobre 2000 al settembre 2008. Sempre in veste di consulente del Presidente del Consiglio dei Ministri dall’ottobre 2001 al dicembre 2005 si è occupato prevalentemente dell’attività contrattuale della Presidenza ed ha collaborato alla revisione del Regolamento di contabilità. Infine è tutt’ora componente del Comitato scientifico dell’Osservatorio per i contratti pubblici presso l’Università Bocconi di Milano.

Nella stessa seduta è stata infine avviata la procedura, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, per la nomina del professor Massimo De Felice a Presidente dell’Inail. La proposta verrà trasmessa alle Commissioni parlamentari per il parere.

Potrebbero interessarti anche