Madre Teresa di Calcutta è Santa

sanpietroslider45In piazza San Pietro 120 mila persone e 13 Capi di Stato. Riuniti per rendere omaggio alla “suora dei poveri”.

ROMA – Ieri in piazza San Pietro, davanti a 120 mila fedeli e a 13 capi di Stato, si è svolto l’evento più importante del Giubileo straordinario della Misericordia: la canonizzazione di una delle figure più note nella storia del cattolicesimo del Novecento. E oggi, per la prima volta, si celebra la festa di Santa Teresa di Calcutta.

“Dovunque ci sia una mano tesa che chiede aiuto per rimettersi in piedi – ha esordito ieri mattina Papa Francesco sul sagrado della Basilica vaticana – lì deve esserci la nostra presenza e la presenza della Chiesa che sostiene e dona speranza. Madre Teresa si è chinata sulle persone sfinite, lasciate morire ai margini delle strade, riconoscendo la dignità che Dio aveva loro dato; ha fatto sentire la sua voce ai potenti della Terra, perché riconoscessero le loro colpe dinanzi ai crimini della povertà creata da loro stessi. La misericordia è stata per lei il ‘sale’ che dava sapore a ogni sua opera, e la ‘luce’ che rischiarava le tenebre di quanti non avevano più neppure lacrime per piangere la loro povertà e la loro sofferenza”.

“Questa instancabile operatrice di misericordia – ha concluso Bergoglio – ci aiuti a capire sempre più che l’unico nostro criterio di azione è l’amore gratuito, libero da ogni ideologia e da ogni vincolo e riversato verso tutti senza distinzione di lingua, cultura, razza o religione, che porta speranza a un’umanità sfiduciata”.

Madre Teresa di Calcutta, suora e missionaria albanese – poi naturalizzata indiana – è nata a Skopje il 26 agosto 1910 ed è morta a Calcutta il 5 settembre 1997. Per anni ha lavorato a contatto con i poveri della città di Calcutta, in India, dove ha fondato l’Ordine delle missionarie della carità. Le sue opere in India sono state celebrate e premiate con il Nobel per la Pace nel 1979.

Potrebbero interessarti anche