Paola Severino nuovo Rettore della Luiss

Severino_sliderL’ex Guardasigilli del Governo Monti è stata nominata Rettore della Luiss Guido Carli fino al 2018

 

 

ROMA – Paola Severino è stata nominata Rettore della Luiss Guido Carli di Roma fino al 2018 al posto del prof Massimo Egidi.

Allieva di Giuliano Vassalli alla Sapienza dal 2002 al 2007 è stata preside della Facoltà di Giurisprudenza della Luiss, di cui dal maggio riveste l’incarico di Prorettore Vicario della medesima università.
Professore di diritto penale guida uno degli studi professionali più accreditati d’Italia, che annovera tra i principali clienti  l’Eni, l’Enel e Telecom Italia.

Dal mese di novembre 2011 al mese di aprile 2013 è stata ministro della Giustizia nel Governo Monti. Nel febbraio 2012 ha pubblicato sul sito internet del ministero della Giustizia la dichiarazione dei suoi redditi e del suo patrimonio, con un imponibile di 7 milioni di euro, risultando il ministro più ricco del Governo di cui faceva parte. E’ nota per la legge che porta il suo nome sulla incandidabilità e divieto di ricoprire cariche elettive conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi.

La presidente della Luiss, Emma Marcegaglia, ha espresso: “grandissima soddisfazione per la nomina di Paola Severino, prima donna Rettore nella storia della Luiss e persona di enorme valore e prestigio anche internazionale, non solo per le sue qualità accademiche ma anche per i ruoli istituzionali ricoperti, che confermano l’eccellenza della sua figura. Vorrei anche sottolineare – ha commentato la Presidente – la significativa scelta di Andrea Prencipe, Prorettore Vicario dell’Ateneo, perché riteniamo che con le sue qualità scientifiche e le sue competenze nei nuovi terreni dell’innovazione saprà, al termine, dare un’ulteriore spinta di importante crescita alla nostra Università”. Infine, conclude la presidente, “Ci auguriamo che il percorso intrapreso con le nuove nomine conduca l’Università verso traguardi ancora più ambiziosi e sfidanti di quelli raggiunti finora”.

Potrebbero interessarti anche