Csm, rinnovate le otto Commissioni

Csm_sliderGiuseppe Fanfani presiederà la I, mentre Zaccaria curerà i rapporti istituzionali

ROMA – Il Consiglio Superiore della Magistratura ha rinnovato le Commissioni. Le relative competenze e la composizione per il 2016-2017 saranno in vigore da lunedì 17 ottobre, per un anno.

Queste le presidenze in ordine di Commissione: per la prima, (trasferimenti d’ufficio), a presiederla sarà il laico di sinistra Giuseppe Fanfani, ex sindaco di Arezzo, ex deputato della Margherita, discendente dell’omonima famiglia di Amintore. Quando Giuseppe fu indicato dal Pd in Parlamento se ne parlò come di un uomo legato a Renzi e al ministro Boschi. E la polemica è tornata quando la commissione si è occupata, per oltre un anno, del caso Rossi, il procuratore di Arezzo che indaga sul caso Banca Etruria. Con Fanfani andranno l’ex presidente dell’Anm Luca Palamara di Unicost e Antonio Leone, laico forzista, che svolge anche il ruolo di vice presidente della commissione disciplinare.

Alla seconda Commissione siederà ancora Balduzzi; alla III arriva la laica Maria Elisabetta Alberti Casellati; per la IV il togato Rosario Spina; alla V il togato Valerio Fracassi; alla VI il togato Ercole Aprile; per la VII il togato Claudio Maria Galoppi; all’ottava il togato NIcola Clivio; alla IX il laico Alessio Zaccaria; la X (la Bilancio) e’ quadriennale, quindi resta uguale ed e’ composta da 3 soli componenti (presidente il laico Zanettin). Tutte le altre commissioni, anche la II, sono composte da 6 consiglieri.

La novità più rilevante è l’istituzione della IX presieduta da Zaccaria (Commissione dei rapporti istituzionali nazionali e internazionali; attività di formazione; esecuzione penale).

Da evidenziare anche la VI Commissione per i problemi posti all’amministrazione della giustizia, che avrà anche le nuove competenze, in materia di corruzione e contrasto alle organizzazioni mafiose e terroristiche, presieduta dal togato di Area, Aprile.

Potrebbero interessarti anche