Le opere per riqualificare le sedi degli uffici pubblici

mef-SLIDER

Le principali operazioni del Demanio di razionalizzazione e federal building per ridurre spazi e costi della PA

 

ROMA – Nella nuova sezione della piattaforma OpenDemanio, online su www.agenziademanio.it, è possibile consultare le principali operazioni di razionalizzazione degli spazi in uso alle amministrazioni dello Stato, in un’ottica generale di efficientamento degli edifici pubblici e contenimento della spesa. 

L’attuazione complessiva dei piani di razionalizzazione a cui l’Agenzia del Demanio lavora dal 2015 consentirà di raggiungere entro il 2021 un risparmio a regime di circa 200 milioni di euro l’anno. Il piano di investimenti per realizzare i lavori di riqualificazione degli uffici pubblici per renderli più efficienti, ottimizzando spazi e costi, prevede di utilizzare nei prossimi cinque anni 1,2 miliardi, degli 1,4 già impegnati. 

Tra le operazioni più significative ci sono i cosiddetti Federal Building, attualmente 34 in tutta Italia: grandi edifici, come ex-caserme o ex-carceri, che verranno riqualificati per realizzare, in un’unica sede, poli amministrativi in cui raggruppare gli uffici pubblici e accorpare così i servizi ai cittadini. Questo modello consente quindi di riqualificare gli immobili secondo i criteri più moderni di efficienza e sicurezza, migliorando la qualità dell’ambiente di lavoro  e contribuendo al rilancio dell’economia attraverso la rivitalizzazione di intere aree urbane e la rigenerazione complessiva del territorio circostante.  

Potrebbero interessarti anche