L’Enit approva parte del bilancio 2015

turisti-romaIl passaggio da ente pubblico non economico ad ente pubblico economico ha generato ritardi contabili

 

ROMA – Prima delle festività natalizie, si è riunito il CdA dell’Enit, per approvare, tra i vari argomenti all’o.d.g., il consuntivo del bilancio 2015 (adozione del rendiconto generale) ed il previsionale per l’anno 2017. Per l’anno 2015 il bilancio è stato approvato solo fino alla data del 7 ottobre 2015, momento in cui l’ente è formalmente passato da ente pubblico non economico ad ente pubblico economico. Rimane da approvare, ed il tempo trascorso richiede l’urgenza, il periodo che va dall’8 ottobre al 31 dicembre 2015. Anche l’ente vigilante, il Mibact, pare solleciti fortemente il CdA dell’Enit all’approvazione del bilancio fino al 31 dicembre 2015.

Sembra che tra i vari motivi del ritardo dell’approvazione, prevale quello che riguarda “l’allineamento” dei dati della contabilità 2015, non ancora portato a termine, con il nuovo “corso” di ente economico e quindi del nuovo modello di contabilità. Al riguardo l’ente ha incaricato, a suo tempo, uno studio di consulenza (vedi dettagli sul sito dell’Enit) proprio per provvedere ad “armonizzare” il passaggio da un sistema di contabilità all’altro (da “pubblicistico” ad “economico”) ed all’acquisto di un software specifico. 

Continua intanto l’attività per la partecipazione dell’Enit alle diverse fiere internazionali per la promozione del turismo. Al riguardo, nelle 2 settimane precedenti il Natale, sono state affidati gli allestimenti delle fiere del Salone lei Thermalies di Parigi ed alla Fitur di Madrid che si svolge dal 18 al 22 gennaio 2017. Il primo è stato assegnato alla Colorcom ed il secondo alla Soleil che aveva avuto già l’incarico per la progettazione dello stand. Aspettiamo che l’Enit pubblichi nella sezione “Ammjnistrazione trasparente” del suo sito i dati di dettagli relativi alle aggiudicazioni

.© Quotidiano Arte

Potrebbero interessarti anche