Dal Miur, pioggia di milioni sugli Atenei

sapienza_universitaSul podio, Alma Mater, Sapienza e Università di Padova. 15 milioni agli Atenei di Camerino e Macerata

ROMA – Il 30 dicembre scorso, il Miur ha pubblicato il decreto n. 998, contenente i criteri di ripartizione della quota premiale e del fondo perequativo destinati alle Università statali.

La quota premiale e il fondo perequativo per le Università statali sono stati assegnati tenendo conto della Valutazione della qualità della ricerca effettuata dall’Anvur, i cui risultati sono stati trasmessi al Miur a metà dicembre.
I fondi per la premialità ammontano, per il 2016, a 1.433.000.000 euro; il fondo perequativo è, invece, di 195 milioni.

I criteri predeterminati per la quantificazione degli stanziamenti hanno fatto sorridere, in particolare, come risulta dall’apposita tabella, tre Atenei: l’Università di Bologna, nelle cui casse andranno 99,5 milioni; la Sapienza, che otterrà 92,5 milioni e l’Università di Padova, con più di 71 milioni.

Uno stanziamento speciale di 15 milioni è stato riservato alle Università di Camerino e Macerata, colpite dal terremoto dello scorso ottobre.

Con il decreto n. 999, inoltre, il Miur ha destinato circa 67,5 milioni di euro alle Università non statali legalmente riconosciute, di cui 11 a titolo di fondo premiale. Sul podio con quasi 30 milioni c’è l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano seguita dalla Bocconi a cui vanno poco più di 10 milioni, mentre la Luiss di Roma riceve quasi 4 milioni.

Potrebbero interessarti anche