Franceschini, Cinecittà potrebbe tornare pubblica

Cinecitta_slider

Il rapporto con i privati è tema di trattativa tra l’istituto Luce e Cinecittà Studios (Gruppo Abete)

 

ROMA – “Non e’ un’indiscrezione, c’è un emendamento approvato nel Milleproroghe che consente che Cinecittà possa eventualmente tornare interamente pubblica. Anche, in prospettiva, con il coinvolgimento della Rai”. Lo ha detto il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, rispondendo ai cronisti a margine della conferenza stampa organizzata a Roma in occasione della restituzione ai Paesi Bassi di due dipinti di Van Gogh rubati ad Amsterdam nel 2002 e recuperati dalla Guardia di Finanza. 

“Pensare che Cinecittà possa diventare una cittadella del cinema e dell’audiovisivo sempre più importante, anche sulla base della crescita di questi anni, è una prospettiva possibile”, ha aggiunto Franceschini precisando che “adesso il rapporto con i privati è tema di una trattativa tra l’istituto Luce Cinecittà e i privati di Cinecittà Studios (Gruppo Abete). Quindi – ha concluso il ministro – la cornice legislativa c’è, vedremo come andrà a finire”.

Potrebbero interessarti anche