I ‘corpi celati’ di Riccardo La Monica, dal 9 al 20 giugno

La galleria Horti Lamiani Bettivò ospiterà la mostra SOLI|ELOQUI

ROMA – I ‘corpi celati’ di Riccardo La Monica, saranno visibili al pubblico di Roma da venerdì 9 giugno al 20 giugno 2017, presso la galleria Horti Lamiani Bettivò, sita in Via Giolitti, 163. La mostra intitolata SOLI|ELOQUI, curata da Domenico Giglio e Romina Guidanelli, presenterà una selezione dei lavori realizzati dall’artista negli ultimi tre anni, periodo in cui La Monica approfondisce l’introspettiva ricerca, iniziata nel 2009, sul soggetto dei ‘corpi celati’ e seguiti attraverso l’antica tecnica delle velature, ultimamente unita a nuove intuizioni pittoriche e stilistiche.

“Cosa c’è dietro quel drappo, chi c’è sotto quella coperta?”, ha scritto Giacomo Belloni, nel testo del 2014 dedicato a La Monica, nel quale osserva: “C’è forse qualcuno rimasto imprigionato sotto il pesante velo dell’inadeguatezza, qualcuno paralizzato dalla paura di un esterno ostile al quale non si vuole arrendere? Allora il drappo non sarebbe altro che un rifugio protettivo sotto il quale nascondere (senza abbassare) gli occhi per evitare di incrociare lo sguardo di una realtà eccessiva, per eludere l’indice inflessibile di un giudizio troppo esigente o per sottrarsi a una voce alta e aggressiva capace solamente di dispensare colpe immeritate.”

I visitatori potranno apprezzare anche numerose tele e alle tavole, anche di grandi dimensioni, oltre ai disegni appartenenti alla serie  ‘Sospesi’, riguardo alla quale la curatrice Romina Guidanelli scrive: “Corde e fili hanno spostato oggetti dal dipinto di una natura morta. Il disegno li ha liberati da una condizione d’inquadratura statica per incastrarli ancora, ma al di fuori di un set. Questo cambio di scena li nobilita. Contro il muro, l’ombra che si dilata descrive l’energia del movimento compiuto per abbandonare la composizione e trasformarsi da attori, in protagonisti dell’opera.”

“Scopro che la pittura di La Monica é molto di più di quello che appare e di quanto è celato”, aggiunge Guidanelli. “Sollecita due tempi: un ‘prima’ e un ‘dopo’, rispetto al presente che ritrae; invita a guardare verso e oltre se stessa. L’uomo di La Monica si veste di quell’oltre traducendolo in panneggio; una coperta simbolica custodisce il nudo universo dell’essere umano. La scelta del soggetto unico, il più delle volte isolato e quasi sempre completamente celato nei suoi lavori ad olio, accade solo in seguito allo studio di oggetti, che caratterizzano identità, eseguito attraverso il disegno. Una ricerca, quindi, che ha inizio sulla carta, dove oggetti ‘appesi’ sembrano essere scivolati via dall’olio per mostrarsi in maniera esclusiva in altro luogo e con altro medium. In quella terra a parte non abita il colore: luce, ombra, corde e dettaglio sostituiscono il suo potere evocativo per offrirci ogni particolare dell’oggetto sottratto ai legittimi proprietari ritratti sulle tele”.
Quando: dal 09 Giugno 2017 al 20 Giugno 2017

Luogo: Galleria Horti Lamiani Bettivò, Via Giolitti, 163.

Curatori: Romina Guidelli, Domenico Giglio

Ente promotore: Horti Lamiani Bettivò

Costo del biglietto: gratuito

Telefono per informazioni: +39 344041249

E-Mail info: hotilamiani.art@gmail.com

Sito ufficiale: http://www.riccardolamonica.com

Potrebbero interessarti anche