Writers “condannati” a lavorare su mezzi e strutture Atac

Grazie all'accordo con l'USSM, i giovani saranno impiegati in interventi di ripristino del decoro sui mezzi di trasporto e le infrastrutture gestite da Atac.

ROMA – I giovani che si sono resi responsabili di reati durante la minore età, tra i quali i writers e altri responsabili di atti vandalici, e che di conseguenza sono stati sottoposti a procedimento penale, potranno essere inseriti in attività socialmente utili finalizzate alla restituzione del decoro a bordo dei mezzi e delle infrastrutture gestite da Atac.

La municipalizzata romana, che per il decreto Madia ha le mani legate con le assunzioni, non ha esitato a firmare lo storico accordo per una collaborazione sperimentale fra Atac e l`USSM, Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni di Roma, parte del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità del Ministero della Giustizia.

Atac ritiene che l`iniziativa possa contribuire significativamente alla lotta contro il degrado e il vandalismo che l’azienda ha iniziato ormai da tempo, rappresentando al contempo un’occasione di crescita per i ragazzi che saranno coinvolti”, si legge in una nota sul sito dell’azienda di trasporti romana.

L’USSM interviene a favore dei giovani sottoposti a procedimento penale da parte del Tribunale per i Minorenni predisponendo piani per il loro inserimento in realtà istituzionali e del privato sociale. In ragione di ciò, le parti hanno convenuto di coinvolgere i giovani in interventi di ripristino del decoro sui mezzi di trasporto e le infrastrutture gestite da Atac, come ad esempio le stazioni, danneggiati dai writers e da altri colpevoli di atti vandalici.

Potrebbero interessarti anche