Mauro Moretti

Qualcuno ha pensato che Mauro Moretti, lasciando piazza Monte Grappa dopo aver sbattuto la porta, se ne sarebbe stato buono buono a godersi la sontuosa buonuscita di 9,4 milioni di euro, più la pensione. Ma quel qualcuno evidentemente non conosceva bene l’ingegnere. Anche durante la dittatura esercitata in Finmeccanica non ha mai mollato la presidenza della Fondazione delle Ferrovie dello Stato Italiane. E pare che da lì stia progettando la sua personale remuntada. Per questo i lavori di ristrutturazione delle sue stanze nella sede di via di Villa Patrizi fervono.