La Galleria Borghese ‘Respira’ con Daniele Puppi

Il museo festeggia i 20 anni dalla sua riapertura al pubblico con il nuovo progetto site-specific di Daniele Puppi

ROMA – Per celebrare il ventennale dalla sua riapertura al pubblico, la Galleria Borghese, il museo capitolino voluto dal cardinale Scipione Caffarelli Borghese (1577-1633), ha inaugurato lunedì 26 giugno Respira, il nuovo progetto site-specific di Daniele Puppi, inserito nel programma “Committenze Contemporanee” e concepito per gli spazi del museo.

Sovvertire l’abitudine all’arte, per restituire il senso, riferito al sublime, della vera esperienza artistica. È questa l’idea di fondo che presiede all’intervento dell’artista alla Galleria.

Quello che accade, nelle stanze che ospitano i capolavori del Canova, di Caravaggio o del Bernini, è l’esperienza di un respiro, che accelerando progressivamente si altera, rendendo completamente diversa la fruizione dell’arte e scardinando, perfino davanti alla celeberrima Paolina Borghese, la consolidata relazione dello spettatore con le opere conservate in musei e gallerie.

“Portare un suono, una sorta di vibrazione – ci ha detto l’artista – qua dentro, forse per la prima volta, poteva in un certo modo controbilanciare e rendere ancora più potente, conciliandoci con essi, una tale concentrazione di capolavori di un altro tempo. E, contestualmente, mettere a confronto un canone estetico contemporaneo, sbilanciando l’attenzione verso l’orecchio, mentre l’occhio è ancora attivato dal guardare i capolavori”.

Al culmine del percorso del respiro, ciclico e della durata di circa 15 minuti, un grande urlo viene lanciato, ma questa volta verso l’esterno, e prende forma nella quiete dei giardini di Villa Borghese, con la forza di uno sconvolgimento capace di essere tanto alieno quanto naturale.

“Potrebbe anche essere – ha aggiunto Puppi – qualcosa che nasce, un impulso di rinascita tra virgolette, che poi prende forza, aumenta di volume, aumenta di suono, con una sorta di dichiarazione di gioia, di vita: Io sono”.

La mostra “Respira”, curata da Maria Silvia Farci, resterà allestita alla Galleria Borghese fino al 24 settembre.

Potrebbero interessarti anche