Giuseppe Lasco segue Del Fante alle Poste

Sul primo momento c’era rimasto male che il suo mentore Flavio Cattaneo, nel lasciare Terna per Telecom, si fosse scordato di lui. Ma poi la splendida intesa raggiunta con il successore, Matteo Del Fante, ha ripagato Giuseppe Lasco di ogni amarezza. Tanto che le sue funzioni, se possibile, si sono ulteriormente allargate. Da ultimo infatti in Terna l’ex ufficiale della Guardia di Finanza ricopriva la carica di capo della Divisione Corporate Affairs che comprendeva le direzioni affari istituzionali, relazioni esterne e CSR, affari legali e societari, risorse umane e organizzazione, oltre alla funzione di Chief Risk Officer. Insomma il braccio destro di Del Fante.

Tant’è che appena nominato ad di Poste Italiane Del Fante si è chiamato Lasco a viale Europa e gli ha affidato la funzione corporate affairs , in cui sono confluite comunicazione, tutela aziendale, affari istituzionali, affari regolamentari e rapporti con le authority e affari societari. Qualcosa in meno (manca i personale) della delega che in Poste aveva il vice direttore generale Paolo Bruschi, che ha fatto le valigie insieme a Francesco Caio.

Potrebbero interessarti anche