Limite mandati per i presidenti federali: è (quasi) fatta

L'intesa tra Pd e Lega si è raggiunta sul limite dei 3 mandati

ROMA – Il decreto legge sul limite dei mandati per i presidenti delle federazioni sportive e per quello del Coni, in discussione ormai da quattro anni, sta per diventare legge.

Ci è voluto un quadriennio olimpico ma alla fine l’intento di bloccare in pratica l’eternità dei mandati diventerà realtà (la precedente legge fissava a due mandati, ma poi con il 55% del quorum di poteva andare avanti a vita).

In sostanza, dopo anni di rimpalli e una serie infinita di emendamenti, Pd e Lega hanno raggiunto un accordo sul testo presentato dall’On. Maria Coscia (Pd) che ora dovrà essere ratificato alla Camera dalla commissione cultura per poi tornare al Senato (si punta a chiudere il tutto entro fine mese).

La quadratura del cerchio si è trovata sul limite di 3 mandati (non 2 come si era ipotizzato in tutto questo periodo), come accade per il Comitato Olimpico Internazionale. Per fare un esempio, il presidente del Coni Malagò appena rieletto, dopo l’Olimpiade di Tokyo non sarebbe più candidabile, mentre con l’entrata in vigore della nuova legge potrebbe fare un terzo mandato.

di Federico Pasquali  

Potrebbero interessarti anche