Roma, l’organo di revisione approva il bilancio con riserve

Perplessità e criticità su passivi, debiti e società partecipate

ROMA – I revisori di Oref, l’Organo di revisione economico-finanziaria dell’Assemblea Capitolina a cui è conferito l’esercizio della funzione di revisione contabile, hanno dato parere positivo all’assestamento di bilancio proposto dalla Giunta Raggi. Tuttavia la delibera dei revisori contiene diverse osservazioni rispetto a “perplessità e ulteriori criticità” riguardanti il mantenimento dell’equilibrio finanziario, nuove passività, nuovi debiti fuori bilancio, la mancata approvazione dei bilanci da parte di alcune società partecipate.

Nel parere espresso dall’Oref infatti si sottolinea in particolare “il permanere degli equilibri di bilancio sia in conto competenza che in conto residui; verificata l’esistenza di altri debiti fuori bilancio, non riconosciuti o non finanziati alla data del 12 luglio scorso; visto il parere favorevole del responsabile del servizio finanziario; verificata la coerenza sia delle previsioni che della gestione relativamente agli obiettivi di finanza è pubblica per gli anni 2017-2019”.

A fronte di queste osservazioni, “ribadisce le perplessità e le ulteriori criticità espresse”. Oref richiama la necessità di interventi ordinari e straordinari di carattere strutturale al fine della salvaguardia degli equilibri di bilanci, rispetto al mantenimento dell’equilibrio finanziario”. I revisori indicano, inoltre “i continui stanziamenti al fondo passività potenziali per debiti fuori bilancio, acquisizioni sananti, squilibri delle partecipate, punti verde qualità, contenzioso, che rendono precario il mantenimento dell’equilibrio di bilancio”.

L’indice viene puntato sui nuovi debiti fuori bilancio pari a 11,5 milioni di euro emersi in sede del presente assestamento derivanti da sentenze passate in giudicato anche in anni pregressi e “la mancata approvazione dei bilanci da parte di alcune società partecipate che determina ulteriore incertezza negli equilibri di bilancio di Roma Capitale e che rende necessaria l’adozione di determinate politiche di austerità e riorganizzazione dei servizi che in questo particolare momento disinneschino le tensioni sociali sulle voci di riorganizzazione dei servizi pubblici locali”.

Dopo le osservazioni, l’Oref “dà atto, con le riserve e prescrizioni sopra indicate, del permanere degli equilibri di bilancio ed esprime il parere favorevole alla proposta di deliberazione di cui all’oggetto sottolineando che al concretizzarsi delle criticità sopra evidenziate sarà necessaria una nuova manovra di riequilibrio”.

Potrebbero interessarti anche