Sport e periferie: Lotti fa il bis

Lotti conferma il bando anche da ministro. Convenzione stipulata con 32 Comuni

ROMA – Lo scorso anno l’attuale ministro dello sport Luca Lotti, presentò e fece approvare dal Governo il piano “sport e periferie”, 100 milioni di euro di finanziamento pubblico da destinare agli enti locali che avrebbero presentato dei progetti per l’impiantistica sportiva di base valutati dal Coni. Lo fece quando ancora non era ministro, e oggi, che lo è, ha confermato il bando con la stessa cifra per il 2018, aggiungendo come destinatarie anche le società sportive dilettantistiche. “Un passo importante dal quale non si torna indietro – ha dichiarato Lotti -. Confermiamo il bando di 100 milioni per partecipare ad altri progetti, rivolto a enti locali e anche per la prima volta a società sportive dilettantistiche”.

La convenzione è stata stipulata tra il Coni e 32 Comuni italiani, città capoluogo di Regione ma anche tanti piccoli centri in buona parte del sud, e il bando uscirà a settembre, in modo tale che nel 2018 ci saranno i vincitori e inizieranno le realizzazioni. Un numero di Comuni che il Coni vorrebbe incrementare, e per questo il presidente del Coni Malagò ha fatto un appello ai Comuni che non hanno firmato la convenzione. “Se non sono in grado di confermare la bontà della loro istanza è giusto guardare ad altri soggetti che hanno la stessa aspirazione e meritano di essere presi in considerazione. A breve dobbiamo avere la certezza che abbiano le carte in regola per continuare questo percorso”.

Potrebbero interessarti anche