Sciopero dei trasporti pubblici a Roma

Martedì 12 settembre a rischio bus, tram, metropolitane e ferrovie

ROMA – I sindacati Sulct, Utl, Fast e Cambia-Menti hanno revocato lo sciopero del trasporto pubblico previsto per domani a Roma dalle 8.30 alle 12.30. Lo sciopero resta comunque confermato da parte dei sindacati Orsa Tpl e Faisa Confail, che lo hanno promosso: restano dunque a rischio per la mattina, dalle ore dalle 8:30 alle 12:30, bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Per l’assessore alla Città in Movimento di Roma, Linda Meleo, “la revoca dello sciopero evidenzia l’impegno di Roma Capitale al dialogo e al confronto. Con grande senso di responsabilità, infatti, tali sigle sindacali hanno preso atto degli impegni assunti dall’Amministrazione a proposito del piano di rilancio di Atac, a tutela dei livelli occupazionali e salariali, così come riguardo al mantenimento dell’affidamento in house oltre l`attuale scadenza e per l’intera durata prevista dal piano di concordato”.

“Il dialogo con i dipendenti dell’azienda prosegue. Oggi insieme al delegato della sindaca al personale, Antonio De Santis, incontreremo Cgil Cisl Uil e Faisa Cisal per continuare il tavolo di confronto”, conclude Meleo.

Sempre domani, nella stessa fascia oraria tra le 8,30 e le 12,30, è previsto uno sciopero che interesserà i bus periferici gestiti dalla società Roma Tpl.

Potrebbero interessarti anche