Tiro con l’arco, Mauro Berruto nuovo ct

L’ex coach della nazionale italiana di pallavolo ha accettato l'offerta della Federazione Italiana Tiro con l’Arco

ROMA – Da ct della nazionale italiana di pallavolo al ruolo di direttore tecnico degli azzurri del tiro con l’arco. E’ la nuova avventura professionale di Mauro Berruto, 48 anni, presentato ieri al Coni nel suo nuovo ruolo, a cui lavorerà in prospettiva delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Al momento della firma sul contratto che lo legherà alla Federazione Italiana Tiro con l’Arco, l’ex allenatore del volley tricolore che ottenne un bronzo olimpico alle Olimpiadi di Londra 2012, ha dichiarato “Quando il presidente e il segretario generale della federazione del tiro con l’arco sono venuti a trovarmi – ha detto Berruto – hanno scoccato una freccia che ha fatto subito centro. Mi hanno raccontato la storia delle tante medaglie olimpiche che io già conoscevo, ma soprattutto mi hanno parlato del progetto e del ruolo che la federazione voleva propormi. Qui ci sono obiettivi chiari ed è una cosa fondamentale”.

In attesa delle prime decisioni “calde” che dovrà prendere in questo nuovo ruolo, il coach che ha diretto la pallavolo azzurra per cinque anni, ha precisato che “il centro federale di Cantalupa (a pochi chilometri dalla sua Torino, dove è l’amministratore delegato della scuola di scrittura Holden fondata da Alessandro Baricco) sarà la nostra casa da cui partire per il viaggio verso Tokyo. Mi porrò verso i tecnici con tanta voglia di imparare, da oggi parte il percorso verso le Olimpiadi.

“Vorrei prima di tutto . ha continuato Berruto – demolire il luogo comune di una disciplina di relativo valore: l’arco offre un formidabile equilibrio tra approccio scientifico e componente mentale. È uno sport sia individuale sia di squadra. Ma nella prova collettiva il gesto del singolo è decisivo per il gruppo. Non posso pretendere – ha chiarito il nuovo ct – di sostituirmi ai tecnici, io darò un contributo in altre aree: la preparazione fisica, lo sviluppo motorio, gli aspetti mentali, la cura del gesto”. Nessuna entrata a gamba tesa dunque per Berruto perchè nella struttura rimarranno anche gli attuali tecnici federali.

Alla presentazione al Salone d’Oro del Coni, erano presenti non solo i vertici della sua nuova federazione, ma anche i vertici del Comitato Olimpico, con in prima fila proprio il presidente Giovanni Malagò che ha espresso grande entusiasmo e piena fiducia nella scelta di Mauro Berruto per questo ruolo. Niente di strano, in quanto è cosa risaputa che il presidente nutre da tempo una grande stima a livello umano per l’ex tecnico, fin dai tempi in cui era legato contrattualmente con la F.I.P.A.V.

Oltre a Malagò erano presenti anche i tre arcieri, campioni del in carica Marco Galiazzo, Mauro Nespoli e David Pasqualucci insieme con le campionesse del mondo junior Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Vanessa Landi, il segretario generale Roberto Fabbricini ed il responsabile della preparazione olimpica Carlo Mornati.

Potrebbero interessarti anche