Scommesse, nel primo bimestre raccolti 694 milioni di euro

Napoli, Roma e Milano sul podio anche per le scommesse virtuali e quelle ippiche

ROMA – Nel primo bimestre del 2018 la raccolta delle scommesse virtuali in agenzia, secondo elaborazioni Agimeg su dati Adm, è stata di 251,7 milioni di euro. La spesa reale è stata invece di 38,9 milioni di euro, mentre le vincite tornate ai giocatori 212,8 milioni di euro. Le province dove si è raccolto di più, a gennaio e febbraio scorsi, sono state Napoli (41,3 milioni), Roma (16,9), Milano (13,2), Torino (12,3) e Palermo (11,6). Le province dove si è raccolto di meno invece sono state Belluno (18mila euro) ed Oristano (83mila). La classifica cambia se si analizza la raccolta media fatta nelle agenzie. La raccolta media più elevata è stata infatti registrata a Siracusa dove, mediamente, ciascuna delle 76 agenzie ha raccolto giocate per circa 68mila euro. Seguono Piacenza (64mila) e Ragusa (61mila).

Sono stati oltre 694,5 i milioni di euro raccolti nel primo bimestre del 2018 dalle scommesse sportive a quota fissa in agenzia. Agli scommettitori sono andate invece vincite per circa 531,7 milioni di euro e la spesa reale (raccolta meno vincite) è stata quindi di 162,9 milioni di euro.

Napoli, Roma e Milano sono state le province dove si è raccolto di più. Nel capoluogo campano sono andate a finire giocate per oltre 107,5 milioni di euro, seguito dai 60,4 milioni di Roma ed i 35,2 di Milano. Nella top 10 delle province dove si è scommesso di più nel primo bimestre 2018, altre 6 province del sud e solo una al nord, Torino. Fanalini di coda invece Nuoro (con 409mila euro raccolti), Belluno (415mila) ed Aosta (460mila).

Analizzando i dati della spesa, la graduatoria non cambia, ma la spesa registrata a Napoli scende a 23,1 milioni di euro, quella di Roma a 13,5 e Milano 7,6. Diversa invece la classifica se si analizzano i dati della raccolta media per singola agenzia. Le agenzie dove si è raccolto di più sono state infatti a Prato, dove la media delle 44 agenzie presenti sul territorio è stata di circa 168mila euro. Oltre i 100mila euro anche a Bolzano, Fermo, Bologna e Lucca.

Nel primo bimestre del 2018 la raccolta delle scommesse ippiche a quota fissa è stata di 18,3 milioni di euro, a fronte di una spesa, data dalla differenza tra raccolta e vincite, di 3,06 milioni di euro. Napoli, secondo elaborazioni Agimeg su dati Adm, ha registrato la raccolta più alta: 2,51 milioni di euro in 272 agenzie, per una media di oltre 9mila euro di raccolta per ogni singolo punto. Sul podio anche Milano, dove la raccolta è stata di 2,49 milioni, ma distribuita su 121 sale e con una media di quasi 20.600 euro per agenzia, e Roma, dove la raccolta ha raggiunto 1,99 milioni di euro (in 170 punti, media di 11.705 euro). Le agenzie più performanti si trovano nella provincia di Grosseto: le 8 sale hanno raccolto 50.592 euro. Segue Pisa dove ogni sala ha raccolto 35.041 euro.

Potrebbero interessarti anche