Russia-Italia, positivi segnali del turismo italiano

In un’intervista dell’agenzia Nova all’ambasciatore italiano a Mosca, Pasquale Terracciano

ROMA – “Le regioni italiane dovrebbero presentarsi sul mercato russo come un fronte compatto, per affrontare la domanda che sempre più si affida ai nuovi canali dei social media”. Lo ha dichiarato alla stampa italiana l’ambasciatore italiano a Mosca Pasquale Terracciano, a margine dell’inaugurazione del padiglione dedicato all’Italia nella Fiera internazionale del turismo, aperta oggi nella capitale russa.

“Questo è un mercato molto significativo per il nostro turismo, in espansione dopo una battuta d’arresto durata qualche anno, che ha un grandissimo potenziale. L’importante è però presentarsi qui con un fronte unito, con tutte le regioni che devono fare uno sforzo unitario sotto la regia dell’Enit”, ha dichiarato Terracciano.

“Ormai il turismo in Russia non è più intermediato dalle agenzie ma usa molto i canali dei social media, di internet. Per avere un accesso efficace ai social media è bene lavorare tutti insieme”, ha aggiunto il capo della missione diplomatica italiana a Mosca.

Potrebbero interessarti anche