Banner
Banner

Mer

25

Lug

Archivio
10:34 | Minaccia con pistola amministratrice di condominio. Arrestato 52enne Stampa E-mail

Una rata di condominio di troppo scatena le ire di un 52enne: armato di una pistola minaccia l'amministratrice dello stabile e ne mette a soqquadro gli uffici, poi aggredisce anche uno dei collaboratori della donna, ricoverato in ospedale. L'uomo è stato arrestato dagli agenti della questura di Roma per lesioni personali gravi, minacce aggravate e danneggiamento.

Scrivanie rovesciate, telefoni spaccati, suppellettili divelte, a terra un tappeto di libri contabili, e una donna sotto choc. Questa la scena che si è presentata davanti agli agenti delle volanti della Questura di Roma, ieri sera, poco prima delle 19, intervenuti per la segnalazione di una lite, in zona Porta Maggiore, negli uffici di uno studio di amministratori di condominio, la cui responsabile, ancora sconvolta, aveva chiamato la polizia. Il condomino di uno stabile era entrato negli uffici, minacciandola per l'addebito di una rata di condominio, ritenendo di non doverla pagare.

Prima urli e minacce verbali, poi, l'uomo ha alzato la t-shirt che indossava, e le ha mostrato la pistola che aveva alla cintola, l'ha estratta e puntata contro. Richiamati dalle urla, sono accorsi anche due collaboratori che hanno cercato di calmare l'uomo, che li ha prima aggrediti fisicamente, scagliando poi contro di loro qualsiasi oggetto presente negli uffici, rovesciando anche le scrivanie. Per uno di loro si è reso necessario il ricovero in ospedale, con una prognosi di 30 giorni.

Gli agenti si sono presentati a casa dell'uomo, 52enne romano, il quale, ancora in evidente stato di agitazione, dietro le insistenze degli agenti ha consegnato loro la pistola, rivelatasi una replica, e una carabina ad aria compressa. E' stato arrestato per lesioni personali gravi, minacce aggravate e danneggiamento.

 

Tappeto Rosso

Ai Musei Capitolini dal 27 maggio al 14 settembre

Michelangelo1564 – 2014 MICHELANGELO Incontrare un artista universale

Oltre centocinquanta opere celebrano i 450 anni dalla scomparsa di uno dei più grandi artisti nel luogo che il genio ha reso unico al mondo, Piazza del Campidoglio