Banner
Banner

“Election day” anche per Roma nel 2016

News image

Dopo la sconfitta elettorale, Matteo Renzi pensa alla rivincita. Con la giunta Marino il Pd sarebbe votato a sicura débàcle. Diventano obbligate le dimissioni del sindaco, con le buone o con le cattive. La relazione degli ispettori sulla “mala gestio” dell’amministrazione comunale faciliterà il dimissionamento

Presentata la nuova città della Scienza

Lo Studio 015 Viganò di Milano si è aggiudicato il concorso internazionale. Le caratteristiche dell’intera area di via G...

Palaexpo, il Cda sbatte la porta

"Roma Capitale è venuta meno ai propri obblighi istituzionali di sostenere l'azienda", così i cinque membri dell'Azienda...

Camera di commercio ancora nel guado

Nonostante siano stati assegnati i nuovi seggi in Consiglio, resta la profonda spaccatura al suo interno. Già la prossim...

  • Presentata la nuova città della Scienza

  • Palaexpo, il Cda sbatte la porta

  • Camera di commercio ancora nel guado

Gio

18

Apr

Giustizia
Cassazione, il Csm si divide su due candidati

Palazzaccio_sliderIn corsa Santacroce presidente della Corte d'appello di Roma e Rovelli a capo della II sezione civile della Corte

 


ROMA - Sono due i candidati alla poltrona di primo presidente della Cassazione su cui il plenum del Csm dovrà decidere nelle prossime settimane: si tratta di Giorgio Santacroce, attuale presidente della Corte d'appello di Roma, e Luigi Rovelli, presidente della seconda sezione civile della Suprema Corte.

A sostegno di Santacroce, hanno votato in commissione il togato di Unicost Riccardo Fuzio, presidente della commissione, Antonello Racanelli (Magistratura Indipendente) e Filiberto Palumbo (laico di centrodestra).

Per Rovelli, invece, si sono pronunciati i togati di Area Paolo Carfì e Franco Cassano e il laico di centrosinistra Guido Calvi.

Nelle prossime settimane il plenum sarà chiamato a pronunciarsi sulla questione: Ernesto Lupo, attuale presidente della Suprema Corte, andrà in pensione il 13 maggio prossimo. Il voto avverrà presumibilmente l’8 maggio, alla presenza del nuovo capo dello Stato, che del Csm è il presidente.

Sfumata dunque l'ipotesi di nominare per la prima volta una donna.

 

Tappeto Rosso

A Palazzo Braschi fino al 20 settembre

ersochGioacchino Ersoch, un architetto per Roma Capitale

Una mostra per celebrare il bicentenario della nascita dell’architetto che rispose creativamente alle esigenze di una città in evoluzione, spaziando dall’architettura civile a quella funzionale